chirurgia

Mastoplastica riduttiva: cosa c’è da sapere

Non sempre un seno abbondante equivale a bellezza, capita spesso infatti che sia motivo di disagio, un decolleté prosperoso; per tale motivo sono in aumento le pazienti che chiedono una riduzione del volume del seno. La mastoplastica riduttiva è un intervento che ha lo scopo di ridurre e rimodellare la ghiandola mammaria, asportando una parte della cute. L’intervento può avere degli effetti immediati sulla postura e sul benessere della colonna vertebrale. Prima di procedere con l’intervento vengono eseguite delle misurazioni sulla paziente in posizione eretta insieme a dei disegni che rappresentano una guida per le incisioni da effettuare durante l’intervento che viene eseguito in anestesia generale e richiede dalle 2 alle 4 ore. Si asportano cute e tessuti mammari in eccesso, il complesso areola-capezzolo viene spostato più in alto e vengono rimodellati i tessuti circostanti. È chiaro che con questo intervento si cerca di non alterare la funzionalità della ghiandola mammaria, cioè la capacità di allattamento. Per quanto riguarda le cicatrici potrebbero rimanere visibili però grazie alla continua ricerca si […]

Chirurgia plastica vs chirurgia estetica: il cambiamento

La chirurgia plastica cambia molto velocemente nell’epoca dei social dove lo scopo principale delle persone è quello di risultare perfetti a tutti i costi. Questa perfezione fisica in realtà è molto spesso richiesta soprattutto da un’ampia fascia di pubblico giovane. La chirurgia estetica, così come tutta la scienza medica, ha indubbiamente fatto dei passi da gigante dal punto di vista delle tecniche, dei materiali, dei risultati; anni fa tecniche come: filler, botulino, laser erano inesistenti e la ricerca della perfezione poteva essere raggiunta solo attraverso la chirurgia, mentre oggi, la medicina estetica fornisce dei risultati più veloci e senza convalescenza, totalmente appropriata rispetto alla vita continuamente frenetica della maggior parte delle persone. Oltre alle tecniche, si sono modificate anche le richieste dei pazienti ma soprattutto le loro aspettative: si accertano che i trattamenti non comportino cambiamenti troppo visibili e che quindi i miglioramenti non siano invasivi. Ricordiamo che, prima, negli anni ’80 e poi negli anni ’90, la maggior parte degli interventi riguardavano un miglioramento delle labbra e spesso i […]

Il laser contro la Couperose

Giornate fredde e pelle sensibile: uno dei problemi più comuni per chi soffre di couperose, ovvero un inestetismo cutaneo dovuto alla dilatazione di capillari sanguigni che sono fragili e delicati, che evidenzia il ristagno di sangue. L’unico modo per poter debellare efficacemente la couperose sono i trattamenti laser, oltre a ciò è possibile combatterla seguendo alcune raccomandazioni di carattere generale: bisogna tenere conto che indubbiamente i fattori ambientali e climatici influenzano e dunque improvvise variazioni di temperatura possono addirittura peggiorarla; pertanto bisogna proteggere la pelle sia dai raggi solari che dal freddo. Una delle domande più frequenti è se effettivamente è utile trattare questo problema con il laser, c’è da dire che il trattamento varia da persona a persona e non sempre si riesce ad eliminare il disturbo in maniera definitiva, per questo motivo, chi ne soffre deve sottoporsi a sedute di mantenimento nel tempo. Lo scopo del laser è quello di coagulare i rami più superficiali dei vasi capillari dai quali proviene la Couperose. Inoltre è importante per chi […]

Chirurgia post-gravidanza

Dopo il parto cesareo, molte neomamme vogliono ritrovare la linea soprattutto in seguito a un intervento in cui è presente un taglietto, infatti questo tipo di interventi prevedono un’incisione e il taglio della fascia muscolare che però potrebbe portare a qualche problema estetico all’addome. In alcuni casi è necessario pertanto un intervento chirurgico, quando si è però certe di non programmare un’altra gravidanza. Con il tempo può succedere che la striscia di pelle, chiaramente più morbida subito dopo il cesareo, vada ad appoggiarsi formando uno scalino; la chirurgia può essere utile attraverso una mini-addominoplastica o un lifting microchirurgico dell’addome. La mini-addominoplastica può essere effettuata in day-hospital, con anestesia locale e sedazione; prevede la rimozione di una striscia di pelle con il grasso eccedente subito sopra la cicatrice del taglio cesareo. A questo tipo di intervento è possibile abbinare la liposuzione se c’è il grasso in eccesso da asportare. L’addominoplastica vera e propria è suggerita nel momento in cui i problemi sono più invadenti: anche nella zona dell’ombelico, con essa è […]

La rinoplastica: cosa c’è da sapere

Ricerca del naso perfetto? La rinoplastica è un intervento chirurgico che non riguarda solamente l’aspetto estetico, ma anche quello funzionale. Tant’è che molte persone ricorrono al bisturi per risolvere problemi legati alla respirazione e con l’occasione ne migliorano anche la forma. In molti casi l’intervento è finalizzato a correggere difetti funzionali come ad esempio, un setto nasale deviato (rino-settoplastica), oppure difficoltà respiratorie o ancora, problemi causati da traumi e/o malformazioni. La rinoplastica non è un intervento da sottovalutare, pertanto bisogna diffidare da chi promette un naso nuovo in tre settimane. Una percentuale di interventi chirurgici al naso vengono eseguiti per rimediare i problemi causati da un intervento precedente, perché sempre più spesso un alto numero di medici eseguono questa operazione senza averne le competenze necessarie. Il naso si trova al centro del viso, dà carattere al profilo ed è determinante per la bellezza e l’armonia del proprio volto. Tenendo conto della costituzione fisica, ad oggi è possibile eliminare i difetti – troppo grande, storto, a punta o a “patata” – […]

MASTOPLASTICA ADDITIVA: COME E QUANDO SI FA?

Migliorare l’aspetto estetico di un seno piccolo è spesso uno dei desideri delle donne. La maggior parte delle quali vorrebbe stabilire una condizione di armonia ed equilibrio con il resto del corpo, magari per problemi di asimmetria. Per tale motivo si tende ad aumentarne il volume. Nello specifico, la mastoplastica additiva, uno degli interventi più diffusi nel settore della chirurgia estetica, consiste nell’inserimento di protesi – di ultima generazione, in gel coesivo di silicone (non disperde all’esterno dell’involucro) – le quali protesi hanno caratteristiche differenti, a seconda della richiesta della paziente. Per questo tipo di intervento è consigliabile aspettare il completo sviluppo del seno. È necessario, inoltre, scegliere le protesi con attenzione in quanto ogni donna ha caratteristiche fisiche e tessutali diverse, pertanto non è possibile realizzarlo in maniera standard. L’intervento La mastoplastica additiva (richiede all’incirca 90 minuti) è generalmente eseguita in anestesia generale con un solo giorno di ricovero, ma in alcuni casi è possibile eseguirla in regime di Day Hospital, in anestesia locale con sedazione. La tecnica chirurgica […]

Addominoplastica: cosa sapere

Il ventre piatto è il sogno di tutte quelle persone che per diverse condizioni –  sovrappeso, post-gravidanza o importanti dimagrimenti – si ritrovano a fare i conti con importanti depositi adiposi. L’attività fisica e una dieta equilibrata da soli non bastano, soprattutto se si ha a che fare con depositi flaccidi e nei casi più severi con deposito a grembiule. È proprio per questo motivo che sempre più persone ricorrono all’addominoplastica,  con cui è possibile eliminare gli accumuli di tessuto adiposo e il corrispettivo eccesso di cute. L’operazione addominoplastica è un intervento di chirurgia al pari della liposuzione quindi presenta tutti i rischi e le eventuali complicanze: è indispensabile la consulenza di uno specialista. Le soluzioni chirurgiche adottabili dipendono dal tipo di dismorfia presente. In caso di adiposità distrettuale con modica flaccidità cutanea nell’ipogastrio c’è l’indicazione ad eseguire una piccola dermolipectomia sovrapubica (miniaddominoplastica) con l’eventuale rinforzo della parete muscolare e lipoaspirazione delle aree contigue del tronco (fianchi e dorso). Nei casi in cui, oltre al deposito adiposo, c’è una marcata […]